martedì 14 agosto 2012

LIBRI ~ Dream Boy


Jim Grimsley × Slash Romance × Angst

TRAMA: La vita di Nathan, ragazzo studioso e solitario, sembra perfetta: i suoi genitori vanno sempre in chiesa e sono apprezzati in paese. Ma allora come mai suo padre è costretto a trasferirsi di continuo? Perché sua madre è diventata un involucro vuoto? Non tutto è come ciò che sembra ed in casa di Nathan anche i passi della Bibbia possono diventare oscuri e terrificanti. Dopo essersi trasferito in un nuovo paese, Nathan scorge dalla finestra Roy, il suo vicino di casa, un ragazzo di pochi anni più grande. Fra i due c'è un'affinità nascosta, segreta, che presto si trasforma in attrazione e, forse, amore. Ma una relazione omosessuale non potrà mai essere ben vista in paese, così come Nathan non potrà mai dimenticare il suo passato. Roy e Nathan dovranno affrontare molti ostacoli mentre sperimentano quella strana relazione, silenziosa e segreta.

PRIMA DI TUTTO, LA PROSA: Il punto di forza di questo romanzo, nonché il suo unico aspetto originale, è la prosa. Una prosa in terza persona, al presente, molto scorrevole. In modo dettagliato il narratore descrive tutto con assoluta imparzialità, come uno scienziato che si limita a spiegare un fenomeno naturale. E questo fenomeno è Nathan, la sua storia ma, prima di tutto, lui e la sua personalità, entrambi degni di nota. Ed è proprio grazie a questa schiettezza di linguaggio, a quest'apparente freddezza, che il lettore riesce a cogliere particolari impliciti, non scritti, che altrimenti sarebbero potuti passare inosservati ma su cui la prosa pone l'accento e che quindi si notano subito. Complimenti. Sono una zuccona, di solito se una cosa è implicita non la capisco XD

POI, IL RESTO (AKA RIFLESSIONI PERSONALI): Questo libro fa delle promesse che non mantiene. Appena ho cominciato a leggerlo, ero molto entusiasta e, soprattutto, incuriosita. La trama non è di per sè molto originale, ma grazie a dei misteri piazzati ben bene qua e là il lettore vuole andare avanti, leggere il resto, sapere come finisce. Questa è una buona cosa, in un libro. Anche la relazione tra Roy e Nathan è ben fatta. Forse un po' stereotipata, ma comunque adatta al genere di pubblico a cui è indirizzato  questo libro.  Ma allora qual è la pecca? La pecca è che il libro finisce a metà. O meglio, ha una sua fine: tranquillizzatevi, le questioni primarie vengono risolte. Ma tutti gli altri misteri? Il padre e la madre di Nathan, Burke, la villa abbandonata, degli elementi "magici" lasciati là...? Tutti questi particolari che mi avevano stuzzicata all'inizio, facendomi scorrere velocemente le pagine del libro, vengono lasciati in sospeso completamente. Una vera delusione, perché un libro incompleto, per quanto intrigante e ben scritto, non potrà mai essere veramente bello.

ALTRE NOTE:
1) Come ho scoperto un attimo fa... hanno fatto nel 2008 un film basato su questo libro. Non ho ben capito se si trova in Italiano, ma comunque i sottotitoli sono disponibili, perciò prima o poi darò un'occhiata.
2) Se siete ancora indecisi se leggerlo o no, potrebbero aiutarvi queste notizie: se avete un livello medio/alto in Inglese, si legge molto velocemente; le scene di sesso sono diverse e il narratore vi si sofferma abbastanza, ma non aspettatevi del porno o roba erotica perché non è così; la profondità psicologica dei personaggi è decente. 

Nessun commento:

Posta un commento