lunedì 18 agosto 2014

ANIME ~ Nagi no Asukara

Un curioso mix di originalità e cliché, oggi vi propongo la recensione di Nagi no Asukara, che ho finito di vedere da pochissimo e che secondo me rappresenta un'ottima visione estiva! 

26 episodi × Romantico × Fantastico × Scolastico

TRAMA: In un mondo parallelo al nostro, l'umanità era in origine una specie marina che durante i secoli colonizzò le terre emerse, perdendo in parte la possibilità di vivere nell'oceano. Tornando al presente, ci troviamo in una regione abitata da due villaggi: uno terrestre e uno marino. Quest'ultimo risulta scarsamente popolato, tanto che la scuola locale chiude, costringendo i pochi alunni a doversi recare in superficie per studiare. L'anime segue le vicende di quattro ragazzi marini che si avventurano sulla superficie. La storia si concentra anche sui loro parenti e amici, e soprattutto su ciò che succede quando... non vi spoilero! 

RIFLESSIONI PERSONALI: Ho trovato questo anime estremamente divertente ed appassionante, nonostante gli evidenti difetti, che però non bastano da soli a compromettere un'opera che di per sé è carina e piacevole. Il principale merito di questo anime è l'originalità dell'ambientazione, che viene realizzata in modo molto buono e che contribuisce a creare un'atmosfera tutta particolare. 


Delle ambientazioni che vengono realizzate davvero molto bene e che riescono ad emozionare gli spettatori, soprattutto quelli che, come me, non restano indifferenti a simili paesaggi da sogno. Chi non vorrebbe vivere così, in un villaggio immerso nell'acqua trasparente del mare, con tutti (o quasi!) gli agi della vita umana, ma potendo anche nuotare fra i pesci senza bisogno di tornare a galla per respirare?


Insomma, il setting è davvero degno di nota! Assieme a questo, però, l'anime conta su un altro punto di forza, ossia l'imprevedibilità. A circa metà, infatti, la storia prende una piega del tutto imprevista, senza però straniare eccessivamente lo spettatore o risultare fuori luogo. Sono rimasta soddisfatta da questo inaspettato colpo di scena - di cui non posso parlare apertamente, perché non vorrei spoilerare troppo! - e adesso, a visione conclusa, lo considero necessario, perché 26 episodi di sola tematica scolastica sarebbero risultati pesi e noiosi. 

Ma veniamo ora a quello che può benissimo essere considerato il secondo nucleo tematico di Nagi no Asukara... ossia l'amore! 


Sapete cos'è un triangolo amoroso, no? Beh, Nagi no Asukara passa oltre, approdando ad un ottagono amoroso. Non si erano mai visti così tanti lati dai tempi di, che ne so, Beautiful! L'ho trovato decisamente poco realistico - considerando soprattutto che i protagonisti hanno appena quattordici anni - e chi non apprezza il genere potrebbe annoiarsi. Con tutta sincerità, però, per me è stato appassionante. Tifare per un personaggio, cercare di scoprire chi finirà con chi, assistere a dichiarazione d'amore dopo dichiarazione... è davvero divertente (o una palla assurda, nel qual caso vi consiglio di mettere via e farvi un panino)! Inoltre alcune coppie che sembravano scontate all'inizio, finiscono per non esserlo alla fine, mentre altre, che all'inizio sembrano crack pairing, finiscono per mettersi insieme alla fine. Questo anime è stato una trollata da cima a fondo, praticamente. 

I principali difetti della serie sono, a mio parere: l'eccessiva quantità di dramma, i pianti cronici che fanno perdere più calorie di una corsa all'aperto, i continui sacrifici per amore, i personaggi che amano per 5016283 anni nonostante non siano ricambiati. A tutto ciò bisogna aggiungere delle scelte enormemente stupide che i personaggi compiono (eeehm, no sorella-del-protagonista, non sto pensando per nieeente a te!) e che influenzano pesantemente la trama. 

Trarre il bilancio finale non è cosa da poco. Nagi no Asukara è un anime che o fa per voi, o non fa per voi. Sarebbe potuto essere realizzato meglio, ma anche così risulta comunque piacevole. 

mercoledì 13 agosto 2014

ANIME ~ Shinsekai Yori

Oggi vi parlerò di un anime che vanta assoluta originalità; poiché ultimamente è difficile trovare serie così, spero che mi seguirete alla scoperta di Shinsekai Yori - From the New World (:

25 episodi × Fantasy × Distopia × Romantico × Horror × Thriller

Shinsekai Yori si cimenta nel genere della distopia, che sviluppa in modo interessante. La serie è ambientata mille anni nel futuro, ma a differenza di quanto si potrebbe pensare il progresso dell'umanità è avvenuto sul piano psico-fisico piuttosto che su quello tecnologico. Le persone di questa era, infatti, hanno ormai trasceso i limiti dell'umano per diventare delle semi-divinità: tutto questo grazie al Cantus, un potere di telecinesi che rende anche l'azione più sovrumana semplice e poco faticosa. Potendo contare su questa capacità, il genere umano ha volutamente ridotto l'uso della tecnologia moderna, tornando a vivere in villaggi semplici ed isolati, a contatto con la natura e con la tradizione. Questa ambientazione idilliaca, tuttavia, viene messa in dubbio fin dalle prime puntate, dando modo allo spettatore d'intendere che qualcosa di più oscuro si cela sotto l'apparente tranquillità del villaggio. Ne sono un esempio soprattutto le inquietanti storie di mostri mangia-bambini che vengono tramandate da generazioni, e l'esistenza effettiva di creature ripugnanti, i bakenezumi, che sembrano possedere un'intelligenza quasi umana, ma che hanno orribili corpi da ratto.


L'ambientazione è resa in modo ottimo, risultando credibile e coerente. Ho particolarmente apprezzato il fatto che le conoscenze scientifiche e tecnologiche convivano con uno stile di vita più semplice e rurale. Questo aggiunge realismo alla storia: troppo spesso, nel creare mondi futuri, le storie si sbarazzano completamente di tutto ciò che è stato prima. Shinsekai Yori, invece, costruisce un futuro sopra al passato, mostrando come il primo sia una continuazione, per quanto diversa e nuova, del secondo. 


Anche il Cantus, il potere telecinetico, è stato ben ideato.  Esso risponde a determinate regole, non è semplicemente "qualcosa di figo ed onnipotente". Necessita allenamento, e quando è sviluppato funge quasi da arto in più. Inoltre il ruolo del Cantus e le riflessioni in merito a tutto ciò che esso implica - purtroppo non soltanto cose buone, come si scoprirà - sono azzeccate. 


Ma veniamo adesso ai protagonisti! I personaggi principali di Shinsekai Yori sono cinque bambini dello stesso villaggio, che fanno parte del Gruppo Uno (le persone di ogni villaggio sono organizzate fin da piccole in gruppi di cinque, che permangono fino all'età adulta). Nel corso dell'anime li vedremo mettersi nei guai, crescere, scoprire pericolosi segreti, innamorarsi, combattere e rischiare la vita. La psicologia dei personaggi è creata magistralmente, soprattutto perché cresce e cambia con loro. Interessanti anche le relazioni che si vengono a creare, delle quali alcune sono omosessuali. Shinsekai Yori è stato criticato per questo, ma personalmente ritengo l'idea di creare una società in cui le relazioni omosessuali vengono considerate una tappa dell'adolescenza molto realistico. Insomma, anche mettendo da parte i gusti personali, trovo che questo particolare non sia in alcun modo negativo. 


Una nota di merito all'eroina principale, Watanabe Saki, che è anche la narratrice delle vicende. Nonostante tutti i personaggi di Shinsekai Yori siano carismatici, Watanabe Saki è una protagonista particolarmente ben riuscita perché è un bel personaggio pur essendo normalissima. Le sue reazioni sono molto realistiche, inoltre è dotata di buona intelligenza e sa usare bene il proprio Cantus, ma non in modo eccezionale, bensì nella norma. Anche la sua apparenza è graziosa e semplice. Saki è l'esempio perfetto che per creare un bel personaggio non occorre per forza rivestirlo da capo a piedi in modo super figo o dargli poteri fuori dal comune. Tutto ciò che occorre è umanità e una buona caratterizzazione. 


L'anime è molto originale anche per quanto riguarda la musica. L'opening manca, catapultando così lo spettatore subito nella storia. L'ending è presente, anzi, nel corso dell'anime ce ne sono due. Il soundtrack generale l'ho trovato molto piacevole. Anche la grafica è ben fatta, dalle linee semplici ma graziose. Ho apprezzato molto il character design di questo anime, ma ho letto in giro che ad alcuni non è piaciuto. Data la sua particolarità, suppongo dipenda dai gusti personali. 

Vi sarete forse accorti che ho detto ben poco sulla storia e sui personaggi protagonisti. Questo perché, qualora decidiate di vedere questo anime, voglio lasciarvi il gusto di scoprire tutto poco a poco, così come dovrebbe essere. Shinsekai Yori, in generale, si caratterizza come un anime con un'ottima atmosfera thriller. Accanto a scene horror non troppo marcate abbiamo una buona dose di suspense. I misteri vengono svelati poco a poco, e la storia si costruisce di puntata in puntata: ogni particolare, anche quello più piccolo, è importante ai fini della trama. Venticinque episodi di avventure e di intrighi disturbanti, di amori e inganni, in una storia che vi porterà a chiedervi di chi potete davvero fidarvi e qual è il prezzo della verità. 


Cosa aspettate? Correte a vederlo :3

lunedì 11 agosto 2014

ANIME ~ Natsuyuki Rendezvous

Cosa succede quando la persona che amiamo muore? Dicono che bisogna andare avanti... dobbiamo quindi innamorarci di nuovo? E questo non significa forse smettere di amare chi se n'è andato? Natsuyuki Rendezvous è un anime profondo e coinvolgente che cerca di dare una risposta a queste complicate domande. 

10 episodi × Josei × Romantico

TRAMA: E' per caso che il giovane Hazuki si innamora di Rokka, la proprietaria di un negozio di fiori vicino. Dopo mesi passati a comprare piantine con il solo scopo di poterla vedere, Hazuki decide infine di offrirsi come nuovo commesso al negozio, nella speranza di avvicinarsi a Rokka. E' così che viene a sapere che Rokka ha perduto da diversi anni il marito, Shimao, al quale si sente ancora profondamente legata. Mentre già questo sarebbe per molti un deterrente, il vero problema è che il fantasma di Shimao infesta la casa di Rokka a sua insaputa... e l'unico che riesce a vederlo è proprio Hazuki!

RIFLESSIONI PERSONALI: Natsuyuki Rendezvous affronta una delle tematiche più difficili e dolorose che esistano, la scomparsa della persona amata. Una trama del genere risulta spesso complicata da mettere in scena, soprattutto perché si rischia di scadere nel dramma eccessivo o in piatte banalità. Questo anime riesce invece benissimo nel suo obiettivo, comunicando profondi sentimenti allo spettatore e coinvolgendolo, spronandolo a riflettere e a chidersi di volta in volta cosa sia giusto fare. Ritengo che questo sia il miglior pregio di Natsuyuki Rendezvous e la ragione principale per cui merita di essere visto. 

Un altro punto di forza da non sottovalutare è l'ottima caratterizzazione dei personaggi. Ho adorato in particolar modo il serio e taciturno Hazuki-kun, che già dal primo episodio si rivela essere, a dispetto dell'apparenza, timido e dolce, ma che allo stesso tempo ama con una passionalità ardente e giovanile. Un personaggio, insomma, vero, che sa conquistare - o almeno, io sono stata decisamente conquistata XD. Interessante anche la caratterizzazione di Shimao, di cui viene sottolineata da una parte la debolezza del corpo, dall'altra la forza e l'egoismo dello spirito. Un po' meno accattivante, almeno secondo me, il personaggio di Rokka. 

Un punto bonus per la sottile tensione erotica fra Hazuki e Rokka, che dà alla loro relazione una sfumatura adulta necessaria, soprattutto considerata l'età dei personaggi. Troppo spesso l'amore viene raffigurato negli anime come qualcosa di etereo e totalmente spirituale - à la Kimi ni Todoke, per intenderci - tanto che se ne perde di realismo. Ottimo anche il modo in cui viene raccontata la lenta e debilitante malattia di Shimao, l'ho trovata molto realistica. 

Buono il soundtrack, di cui segnalo la sigla finale, che ho adorato: 


Accanto a queste note positive ce ne sono anche alcune negative che mi sento in dovere di evidenziare. Sicuramente dieci episodi sono troppi; ne risulta un finale lento e zoppicante, ripetitivo, che a tratti annoia lo spettatore. Assolutamente da evitare era, secondo me, tutta la parte per così dire "surreale" dell'anime, che vede Hazuki perso in una specie di "mondo delle meraviglie disegnato". Anche la fine non mi ha lasciata completamente soddisfatta: dopo un ritmo estremamente lento, la storia comincia a correre eccessivamente. 

Purtroppo questi difetti ci sono e, anche se non compromettono totalmente l'opera, la peggiorano di molto. Riengo comunque che Natsuyuki Rendezvous sia un bell'anime, e ve lo consiglio caldamente. 

domenica 3 agosto 2014

LIBRI ~ Tutti i romanzi slash che ho letto (1)

Al contrario del romanticismo classico, spesso per gli appassionati dello slash (o boys' love) è difficile trovare libri che soddisfino i propri gusti. Per questo motivo ho deciso di stilare una lista di tutti i libri a tematica omosessuale (o aventi una coppia slash) che ho letto. Spero di farvi conoscere nuovi titoli e, grazie alle varie informazioni che inserirò, di aiutarvi a capire se ogni libro potrebbe piacervi o meno (:

LEGENDA
Slash rate (presenza dello slash)
☆ molto basso 
☆☆ basso
☆☆☆ sufficiente
☆☆☆☆ continuo
☆☆☆☆☆ totale


Memorie di Adriano
Trama: Il racconto della vita privata e pubblica dell'imperatore romano Adriano, scritto in forma di epistola al successore Marco Aurelio. (more...)
Slash rate☆. All'interno del romanzo viene descritto l'amore di Adriano per il suo amante Antinoo, un giovane adolescente dall'aspetto bellissimo. Tutto il romanzo è costituito da ricordi che affiorano alla mente di Adriano, perciò non ci sono vere e proprie scene tra lui ed Antinoo. Per chi cerca una storia slash di facile lettura sconsiglio questo libro. L'amore fra i due è comunque forte ed appassionante, raccontato in modo commovente. Anche se non è il centro principale del libro, rappresenta comunque uno dei punti focali attorno a cui ruotano le memorie di Adriano. 
Giudizio personale: Un bellissimo libro... ma anche un mattone micidiale. Quasi 300 pagine senza neppure un dialogo. 300 pagine di pura poesia, però. Lo consiglio soltanto a chi ama i grandi classici, poiché leggere questo libro puramente per la relazione omosessuale sarebbe un'offesa all'autrice e, soprattutto, porterebbe ad annoiarsi chi non ha la forza di sostenere una prosa complessa e un po' pesante.


Chiamami col tuo nome
Trama: Storia dell'amore improvviso che il diciassettenne Elio prova per l'ospite Oliver, un universitario che si trova a soggiornare proprio nella casa del protagonista. Ambientato a metà anni '80. (more...)

Slash rate☆. Tutto il libro ruota attorno all'amore di Elio per Oliver, quindi lo slash è onnipresente e soddisfa pienamente anche le aspettative dei più esigenti in questo ambito. Sia l'aspetto spirituale che quello sensuale vengono descritti più che accuratamente, con una prosa poetica che non scade mai nella volgarità ma che riesce comunque ad essere molto passionale e coinvolgente. 
Giudizio personale: Un romanzo ben scritto e scorrevole, che sa toccare il cuore del lettore. La prosa è capace di trasmettere tantissime emozioni, a volte risultando addirittura commovente. Lo consiglio davvero a chiunque, perché questo è veramente un bellissimo romanzo, che sono sicura ogni amante dei bei libri sarebbe in grado di apprezzare. Se inoltre vi piace lo slash... correte subito a comprarlo! 


The Nightrunner Series
Trama: serie fantasy ambientata in un mondo magico simil-medievale. La storia segue le molte avventure dei ladri protagonisti - nonché, poi, amanti - Alec e Seregil. (more...)
Nota: la serie consta attualmente sette volumi, io ne ho letti quattro. I primi tre editi in Italiano sono ormai fuori catalogo e introvabili, ma su internet si rimediano facilmente file ebook. I libri in lingua originale, comunque, sono comprensibili se si ha un livello di Inglese medio. 
Slash rate☆, variabile. La trama si focalizza principalmente sulle avventure dei protagonisti e dei personaggi principali. Pur essendo in secondo piano, comunque, la storia d'amore fra Alec e Seregil riveste un'importanza fondamentale. Essa si sviluppa lentamente, tanto che nel primo libro il contenuto slash è quasi assente. Nei libri successivi, tuttavia, viene dedicata sempre maggior attenzione alla parte sentimentale del racconto.
Giudizio personale: questa serie mi ha molto appassionata, soprattutto perché amo le avventure. E' ovviamente meno seria dei romanzi precedenti, ma esige comunque rispetto, perché è ben fatta. Si ritaglia una fetta di pubblico un po' piccola, dal momento che per apprezzarla bisogna sia amare il fantasy che lo slash. In questo caso, però, risulta davvero carina. Nota di merito all'autrice, che è stata così cortese da rispondere ad un mio messaggio entusiasta che le lasciai sul sito anni fa :3 


Narciso e Boccadoro
Trama: la storia segue le vicende dell'artista Boccadoro, nei suoi vagabondaggi - spirituali e fisici. (more...)
Slash rate: ☆. Accenni slash sono presenti all'inizio della storia e riguardano Narciso, giovane maestro del convento in cui studia Boccadoro, che a detta del titolo dovrebbe essere coprotagonista del libro. Ma ahimé, egli sparisce per una buona parte della storia, seguito dallo slash. Un buon 4/5 del libro è infatti dedicato alle avventure amorose (eterosessuali) di Boccadoro. Insomma, ben poco slash per noi. 
Giudizio personale: Una bella prosa, che però non basta da sola ad appassionare il lettore, soprattutto se ha letto altri romanzi dell'autore. Troppo spesso infatti compare in Hesse la tematica dell'uomo vagabondo amante delle donne... dopo un po' risulta noiosa. Decisamente non consigliato a chi leggerebbe questo libro solo per le (pochissime) parti slash. 


Dream Boy
Trama: storia dell'amore fra il giovane Nathan, il cui passato è misterioso, ed il vicino di casa Roy. 
Nota: il libro è soltanto in lingua Inglese, ma risulta di facile comprensione. Ho scritto una recensione qui, alla quale rimando. Ps. forse sono stata un po' troppo entusiasta nell'impeto del momento... 
Slash rate: ☆☆☆☆☆. Slash decisamente presente. Questo è il romanzo più simile ad un manga yaoi che io abbia letto, quindi se vi piace il genere fateci un pensierino. Presenza di scene esplicite, anche se il linguaggio usato non è volgare. 
Giudizio personale: Mediocre, ma d'aiuto se siete annoiati e non sapete come passare un pomeriggio. Si legge velocemente.



Finisce qui il primo post sui romanzi slash :3 fatemi sapere le vostre impressioni, e se avete romanzi da consigliare, sono tutta orecchie (: